Cancelletti per bambini: vantaggi e svantaggi

Più i bambini crescono, maggiore sarà la loro curiosità. Ma ad aumentare contemporaneamente saranno anche le preoccupazioni di mamma e di papà per i vari pericoli presenti in casa. Scale, balconi, cassetti possono diventare la meta preferita dei più piccoli. Ogni angolo della vostra abitazione rappresenterà, dunque, un rischio – piccolo o grande – per i vostri figli. Ecco perché la maggior parte dei genitori preferisce installare un cancelletto che possa garantire la tutela di chi sta iniziando ad esplorare il mondo.

Questi prodotti possono essere di vario tipo: ci sono cancelletti in legno, in plastica, in metallo e in nylon. Ogni articolo ha particolari caratteristiche. Ci sono, infatti, cancelletti ad angolo, altri a soffietto ed altri ancora con doghe. Uno dei requisiti principali di un cancelletto per bambini è quello di essere alto tanto da non poter essere scavalcato dai piccoli. Rispetto ai cancelletti a doghe, quelli con la rete in nylon assicurano una maggiore visibilità. La scelta dei materiali è comunque soggettiva e legata alle esigenze della famiglia.

I sistemi di fissaggio

I punti deboli e di forza dei cancelletti per bambini derivano, così come scritto su Cancellettoperbambini.it, dai vari sistemi di fissaggio. Al di là, dunque, dei materiali e dell’estetica, uno degli aspetti che va preso in considerazione al momento della scelta è senza dubbio il modo in cui viene installato il cancelletto alla parete. Sono due i sistemi di fissaggio più noti: a pressione mediante una molla e a vite.

Con il primo sistema di fissaggio, il cancelletto viene installato in modo tale che aderisca alla parete. C’è una porticina centrale e un telaio che funge da cornice. I cancelletti installati a vite, invece, sono quelli che richiedono la realizzazione di fori nella parete. Si tratta, dunque, di un cancelletto fisso. Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le categorie?

I pro e i contro

Ogni box ha i suoi punti deboli e i suoi punti di forza. Se pensiamo di optare per un cancelletto per bambini a pressione, naturalmente stiamo scegliendo l’installazione più semplice. Non dobbiamo praticare fori nella parete o negli stipiti delle porte. Un vantaggio soprattutto per quando dovremo smontare il cancelletto. L’aspetto negativo? Se all’interno del box ci sono due bambini, potrebbe capitare che la pressione del loro peso – se si appoggiano o peggio ancora decidono di scavalcare – possa far sganciare il cancelletto dalla parete. E’ chiaro che il sistema di fissaggio con le viti sia sicuramente più sicuro. Lo svantaggio di questi cancelletti fissi sta nell’installazione: la parete va forata. E quando si smonta il cancelletto bisognerà procedere alla ristrutturazione del muro.